senso di colpa, non senso, ossessione

24 09 2016

Seguendo (anche dal’interno…) in questi giorni l’ossessiva riproposizione, il continuo ripercorrere la vicenda dell’ultimo terremoto – che è occasione anche per ricordarne altri precedenti o addirittura distanti nel tempo- che sta su tutti i media, con l’invenzione anche “dell’anniversario”, il compi-mese del terremoto, io mi chiedo quali siano le ragioni profonde di questa overdose.
Sarebbe banale parlare di distrazione di massa da altri problemi, sarebbe probabilmente superficiale parlare di cannibalizzazione, di inseguimento degli ascolti.
O di emulazione: Rete 205 fa una diretta fiume, vuoi che io di Emittente A non ci sia?
Comincio a  chiedermi se non si tratti invece di un rito collettivo di espiazione per non essere stati coinvolti direttamente.
Una specie di giustificazione del tipo “io non c’ero però dimostro di essere solidale e il più partecipe possibile.”
Ci trovo qualcosa di innaturale, comunque.
Di sicuro, limite mio.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: