incubi prossimi venturi

11 03 2017

C’è un problema: da oggi in poi non potrò più riempire il trolley di beta gentilmente convogliati via la mia collega Paola dal centro produzione Salario e portarli al montaggio senza pensare al bellimbusto che sbraita sullo sfondo verde clorofilla.





intuizioni

10 03 2017

A volte scopro che la mia mente ha avuto intuizioni che poi si sono materializzate.
Un po’ come il discorso del mio personaggio Lorenzo MacEwan nato all’iniio degli anni novanta come “docente di Sociologia del Network , una disciplina che adesso, con nome leggermente diverso,  esiste veramente.
Oppure gli screengrasses (stesso periodo) poi diventati realtà con i Google Glass.

Ecco, nel 2007, riecheggiando i “messaggi speciali” alla Resistenza Francese utilizzati dai Noir Desir nella loro “L’Europe”, avevo scritto:

L’Opposizione
E’ presa per usucapione.

A furia di non fare il proprio mestiere, qualcun’altro occupa il posto.
Magari con esisti nefasti.





volare basso

9 03 2017

A volte sono tentato di scrivere del mio modo di vivere la memoria, i ricordi.
Poi penso che Proust l’ha già interpretato Proust medesimo sicuramente meglio di me, così desisto.





What If – Radio3 2002 – La Pallida Luce di Tanit

7 03 2017

What If – Radio3- La Pallida Luce di Tanit

La prima fiction radiofonica (ma sono all’antica e preferisco chiamarla gaddianamente “un radiodtramma) scritta da William Nessuno, ovvero “me stesso medesimo di persona”.
Se aprite il link ci sono tutte le informazioni del caso, ma le scrivo anche qui perché fu una squadra formidable quella che contribuì alla messa in onda.
Si tratta di una cavalcata “controfattuale” in momenti topici della storia dell’umanità in universi paralleli.

“What If” di William Nessuno
Rai Radio3 – in “Radio3 Suite”, 2001

Regia: Emma Caggiano

Interpreti:
– Vittorio Amandola è il professor Livio Foscari
– Carolina Zaccarino è P.U.P.A., Propulsore Universi Parallleli Alternativi e Tifatina
– Giorgio Locuratolo è Maarbale

Scelte musicali: Emma Caggiano con la collaborazione di William Nessuno

Capostruttura: Laura Fortini





Preveggenza

1 03 2017

Ormai ho una certa età, e più vado avanti con gli anni più mi domando come avessi fatto, da ragazzo, poco più che sedicenne, a preconizzare il segno che sarebbe stato tra i più forti della mia vita in uno dei miei primi tentativi di racconto.
S’intitolava “Storia di un Inconcludente” ed era incentrato su un personaggio che non finiva mai le cose che iniziava, le lasciava in sospeso, le riprendeva, le rimaneggiava ma chiuderle, MAI.
Ecco, è il mio ritratto.
All’epoca, del tutto inconsapevole.
Oggi penso che lì dietro si nasconda una paura della FINE tout court, non c’è bisogno che cerchi di analizzarne ulteriormente il significato, no?





Il viziaccio

28 02 2017

Il vizio ormai ossessivo del media di saturare la comunicazione INTERA, da carta stampata a web a TV, con un solo argomento perché di attualità, lo trovo ormai folle e disgustoso.





evoluzioni tombali

12 02 2017

Ogni volta che qualcuno sostiene l’incriticabilità di Sanremo e accusa chi si permette di farlo in base al concetto che esso Sanremo rappresenterebbe “la società italiana”, Orwell, McLuhan, Baudrillard e molti altri che hanno studiato come i media influenzino intenzionalmente la realtà si rivoltano nella tomba.








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: